Ricerca avanzata
Pubblicazione
I principi che ispirano l'operato di BIC Lazio, approvati dal Consiglio di Amministrazione del 24 ottobre 2004, sono: conformità alle leggi, trasparenza e correttezza gestionale, fiducia e collaborazione con gli interlocutori, lealtà, imparzialità, correttezza personale e diligenza del buon padre di famiglia. Da questi derivano i propri modelli di condotta al fine di realizzare con efficienza la propria missione aziendale, migliorare il grado di soddisfazione degli utenti e dei clienti, attuare efficacemente la programmazione regionale e sviluppare le competenze e la crescita professionale delle risorse umane.

BIC Lazio ha adottato un modello di organizzazione per adeguarsi al D.Lgs. n.231/2001, che sancisce la responsabilità diretta dell'impresa in caso di determinati reati commessi da persone fisiche che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione, di direzione o di una unità organizzativa dotata di autonomia finanziaria e funzionale.

• Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (Parte Generale) descrive i contenuti del D.Lgs 231/01, i principi base e gli obiettivi del Modello, i compiti dell'Organismo di Vigilanza, le modalità di diffusione ed applicazione dei contenuti del Modello, le fattispecie di reato nonché la previsione del sistema disciplinare.

• Il Codice Etico esprime l'insieme dei valori, delle regole generali e dei principi di comportamento che BIC Lazio riconosce come propri e si impegna a rispettare nell'affrontare la normale attività, per garantire il buon funzionamento, l'affidabilità e la reputazione della Società.

• L'Organo di Vigilanza è un organo di supporto al sistema organizzativo interno, la cui funzione di monitoraggio e consultiva, in materia di miglioramenti del sistema stesso, costituisce un ulteriore elemento in grado di tutelare i dipendenti stessi, oltre che l'Azienda.


Stampa
Invia ad un amico
Condividi