Ricerca avanzata
Pubblicazione
Si è svolto a Varsavia un meeting tra i 14 partner di ‘Complex Challanges, Innovative Cities-CCIC’, il progetto europeo che affronta il tema dell’innovazione nel settore pubblico, inquadrandolo in un contesto comune per mettere in rete e condividere le esperienze di successo.

Nel corso dell’incontro la Regione Lazio, leader del gruppo tematico “Appalti pubblici ed innovazione”, ha presentato la buona pratica “Centrale Acquisti e Centrale Pagamenti nel settore sanitario”, istituita nel 2008 con l’obiettivo di razionalizzare la spesa pubblica nel settore sanitario del Lazio. Grazie ad una apposita piattaforma IT sono stati ottimizzati il processo di acquisto e il flusso dei pagamenti delle Aziende Sanitarie, consentendo ai fornitori di caricare ordini e fatture ed alle Asl di autorizzare la liquidazione in maniera automatica. Infine è stato predisposto un sistema di comunicazione tra fornitori e aziende sanitarie in tutte le fasi del processo.

La Centrale Acquisti ha permesso di evitare contenziosi con i partecipanti alle gare; ha migliorato la competizione ed ha consentito di adottare correttivi immediati (ad esempio, errori di registrazione fatture). Inoltre si è assistito ad un processo di responsabilizzazione degli attori coinvolti (fornitori ed Aziende Sanitarie).

Alcuni dati: nel triennio 2009-2011 la Centrale Acquisti ha gestito 32 gare d’appalto (per un valore complessivo di 900 milioni per anno) con un risparmio complessivo di circa 52 milioni di euro nel 2011. Nel 2012 la percentuale di acquisti attraverso gare centralizzate è stata pari al 24% circa (sul totale della spesa per beni e servizi). Ad oggi oltre 1 milione di documenti contabili sono stati inseriti sul “Sistema Accordo Pagamenti”, con un importo fatturato nei confronti del Sistema Sanitario Regionale che ha raggiunto i 14 miliardi di euro. Infine, il 75% delle Aziende Sanitarie della Regione Lazio hanno aderito all’Accordo Pagamenti, con il quale sono stati pagati oltre 6mld di euro (su un totale di spesa annuo del Sistema Sanitario Regionale di circa 10mld di euro).

Infine, nell’ambito tematico “Strumenti finanziari innovativi”, la Regione ha presentato quali buone pratiche alcuni strumenti di ingegneria finanziaria e alcuni meccanismi di agevolazione per l’accesso al credito delle PMI finanziati dal POR FESR 2007-2013.
Stampa
Invia ad un amico
Condividi