Ricerca avanzata
Pubblicazione
Si è svolto a Genova il quinto meeting internazionale di ‘Complex Challanges, Innovative Cities-CCIC’, due giorni ricchi di confronti sugli argomenti affrontati dal progetto europeo che coinvolge 14 partner provenienti da 10 paesi differenti.

Il tema dell’innovazione nel settore pubblico ed in particolare quello sulle società di proprietà pubblica sono stati al centro del dibattito; in questo ambito le regioni coinvolte hanno presentato alcune ‘buone pratiche’ ed avviato una comune riflessione.

La Regione Lazio, attraverso BIC Lazio, ha illustrato il “programma ESA BIC Lazio” che è parte del Programma di Trasferimento Tecnologico (TTPO) dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). L’ESA, in collaborazione con partner regionali nei propri Stati Membri, seleziona imprenditori con idee innovative per l’utilizzo di tecnologie, applicazioni e servizi spaziali in contesti non spaziali. L’accordo tra ESA, ASI e BIC Lazio prevede assistenza nella incubazione del proprio progetto attraverso competenze tecniche, consulenza imprenditoriale e supporto finanziario. Imprenditori e imprese in fase di start up sono ospitati inoltre all’interno dell’Incubatore ITech presso il Tecnopolo Tiburtino a Roma. Il Bando per la partecipazione al programma è disponibile sui siti www.biclazio.it, www.esa.int, www.asi.it. Questa iniziativa è stata votata dall’assemblea dei partecipanti del meeting di Genova come miglior buona pratica tra tutte quelle presentate poiché ritenuta quella con il più alto valore di trasferibilità nei contesti locali dei diversi paesi.

“Quella dell’innovazione è una delle più importanti sfide che la Regione Lazio ha deciso di raccogliere – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani – siamo impegnati con tutte le nostre forze a sostenere tutti i progetti che la promuovano. E da questo punto di vista devo dire che l’apporto dell’azione di Bic Lazio è fondamentale. E il fatto che la sua azione a Genova sia stata valutata come una best practice ne è una prova”.
Stampa
Invia ad un amico
Condividi